Colle del Vento

pubblicato in: Natura, Primo Piano, Turismo | 0

Colle del Vento - Coazze (TO)Partendo da Borgata Tonda, al fondo del rettilineo passata la borgata, in prossimità di una curva (1000 mt), si raggiunge il Colle del Vento (2231 mt), questo itinerario presenta un dislivello di 1200 mt. Il tempo di percorrenza è di circa 3.30 ore.

Questo è un itinerario destinato a persone con sufficiente capacità di orientamento ed allenamento alla camminata anche per qualche ora, tutto rimanendo nella valle del Sangonetto.

Da Borgata Tonda camminare sul sentiero sterrato 420, che attraversa alcune borgate disabitate, passare per la fontana della Sisi e sotto il Roc du Gias (vedi descrizione), fino a raggiungere un guado facilmente attraversabile, da cui la strada diventa una mulattiera molto pendente fin quando non si raggiunge una bacheca del Parco Regionale Orsiera Rocciavrè, dove si apre il pianoro di Pian Goraj (1350 mt).

Oltrepassato un ruscello, si scende lungo un pendio boscoso, che diventa sempre più rado, fino a giungere nei pressi della cappella dell’Alpe di Giaveno e da qui il percorso diventa più pianeggiante e inizia a scorgersi la croce di ferro posizionata in cima al colle. Giunti a destinazione si può godere di un fantastico panorama.

Alternativa del percorso (oppure per effettuare un anello)

  • Prendere da strada che diparte qualche decina di metri sulla sinistra dopo quella già citata. Entrambi i percorsi sono segnalati con delle paline.

Dopo meno di due ore di camminata, si arriva al Colle Be Mulè, e proseguendo dopo una serie di sali scendi, si giunge al Pian dell’Orso (pianoro con la chiesetta e una fontana). Lasciato il Piano alle spalle si incontra lu Roc du Mutun (parete di arrampicata attrezzata) e dopo circa tre quarti d’ora si è finalmente in vetta al colle del Vento.

Dal Colle de vento è possibile, o tramite il vallone di Cassafrera, arrivare al Rubinet oppure giungere al colle delle Vallette e scendere dal lago blu (per arrivare nuovamente all’Alpe di Giaveno).