I Picchi del Pagliaio

pubblicato in: Natura, Primo Piano, Turismo | 0

I Picchi del Pagliaio - Coazze (TO)Itinerario destinato a persone con sufficiente capacità di orientamento e allenamento alla camminata anche per qualche ora e richiede calzature e abbigliamento adeguati, con partenza da Borgata Ferria a Forno di Coazze (1042 mt) e arrivo ai Picchi del Pagliaio (2044 mt), tre torrioni rocciosi che si elevano sullo spartiacque Sangonetto-Rocciavrè, per un dislivello complessivo di 1000 mt.


È possibile parcheggiare l’auto a Borgata Rolando, poco oltre la chiesa di Borgata Ferria a Forno di Coazze. Da qui si prosegue su un buon sentiero in un bosco di faggi, fino a superare le baite, la fontana e la chiesa recentemente restaurata del Ciargiur d’Amun (1360 mt) e raggiungere la cresta erbosa che divide il vallone del Rocciavrè da quello del Sangonetto.

Proseguendo sul versante del Sangonetto, raggiunta la quota di circa 1880 mt, si abbandona il sentiero principale per immettersi su quello più accidentato che porta alla base del primo torrione e all’attacco della Via Accademica (frequentata da Bonatti, Gervasutti, etc.). Una volta scesi dal picco occidentale, si raggiunge la selletta erbosa denominata Piano delle Donne , dove si trova una piccola fontana. Qui ci si reimmette sul sentiero principale che costeggia la base dei picchi e riporta al Ciargiur.

Percorso alternativo

  • Partendo da Forno al bivio della Borgata Rolando, girando a sinistra e proseguendo si arriva a Borgata Ruata. Dal parcheggio si sale verso Ciargiur del Forno incontrando l’indicazione per la Cava e il Forno per la cottura della calce. Dal Ciargiur per il sentiero Frassati si arriva ai Picchi del Pagliaio.